News - 22.12.2020

Eventi e cinema, la nuova sfida di Synapsy passa dall'ideazione di un format che apre inediti scenari per il 2021

In occasione del Natale l'agenzia lancia un progetto creativo che unisce il linguaggio scenografico ed evocativo del cinema con quello intenso e coinvolgente degli eventi. “A (not so) Silent Night” è il titolo di questa nuova creazione sperimentale che abbatte la barriera che fino ad ora separava questi due mondi che parlano al pubblico attraverso il linguaggio delle emozioni.

 

Il cinema e gli eventi, due mondi affini che fino ad ora si sono ripetutamente sfiorati, dialogando senza mai però arrivare a fondersi completamente. La domanda che si è posta Synapsy è stata: perché non poterli unire? Da questa premessa nasce l’ultimo progetto della divisione format di Synapsy, che verrà presentato in occasione della vigilia di Natale. Un progetto creativo che unisce il linguaggio scenografico ed evocativo del cinema con quello intenso e coinvolgente degli eventi. L’agenzia si è avventurata così per la prima volta all’interno di un set cinematografico creando un Event-Film di Natale, dove performance e contributi live sono diventati un cortometraggio di 12 minuti.

“A (not so) Silent Night” è il titolo di questa nuova creazione sperimentale che abbatte la barriera che fino ad ora separava questi due mondi che parlano al pubblico attraverso il linguaggio delle emozioni.

Il progetto nasce da un’idea di Davide Mazzucchelli e Danilo Sandri e ha preso forma grazie alla scrittura e regia di Gianni Caminiti e Andrea Basile.

“Il 2020 è stato un anno di grandi sconvolgimenti per il mondo degli eventi. Le crisi spingono ad adattamenti veloci e a esplorare nuovi territori. Synapsy, come tutte le agenzie che operano in questo mondo, si è trovata a inventare nuovi modi di concepire il “live events”. Mai come quest’anno la creatività si è spostata sul territorio dei format ancora più di quanto non lo fosse prima. Un cambiamento che ha visto la nostra agenzia nel ruolo di protagonista, forte del suo DNA creativo che ci caratterizza dalla nostra nascita”  ha dichiarato Davide Mazzucchelli (in foto), founder di Synapsy

Il particolare momento storico se da un lato ha portato al progressivo spostamento degli eventi dal live al digital, dall’altro ha fornito nuovi territori creativi che ne hanno ampliato gli orizzonti e fornito nuova linfa vitale alla creatività.  Così è stato per “A (not so) Silent Night”, girato interamente in “virtual set” inventandosi, scena per scena, nuovi modi per poter girare in totale sicurezza.

L’obiettivo è quello di elevare il prodotto degli eventi digitali adattando lo storytelling creativo in formato “cinematografico”. Questa la nuova sfida di Synapsy, recentemente premiata al Bea Italia 2020 con l’evento We Never Stop realizzato per UniCredit giudicato Miglior Format proprietario dell’anno

“Con questo progetto abbiamo voluto regalare a tutti un augurio speciale parlando di valori universali attraverso il linguaggio fiabesco e metaforico che è proprio del cinema. Speriamo che questo film, nato in condizioni tanto particolari, crei dibattito, stimoli di riflessione sui molti temi che affronta” ha concluso Davide Mazzucchelli. 

Il rilascio del film sulla rete avverrà la vigilia di Natale, il prossimo 24 dicembre.

L’agenzia ha accompagnato questa importante prima uscita cinematografica con 4 teaser e il trailer uscito il 21 dicembre.

 

Testo di adcgroup.it